Acido Polilattico: la Nuova Frontiera per la Salute della nostra Pelle

Appuntamento

ORARI

GIORNI DI APPERTURA

Per appuntamenti:
Email:    info@botox-milano.it

MILANO (ma,me,gio,ven)   8.00 - 19.00

VARESE (lun,sabato mattina)   8.00 - 20.00

LUGANO (martedi su appuntamento)

%

Ringiovanire il nostro viso? E’ possibile.

Purtroppo, col passare del tempo, la pelle del nostro viso subisce un processo di invecchiamento ed è sottoposta a tutta una serie di stress (esposizione ai raggi UV, inquinamento, cattive abitudini di vita) che ne compromettono la salute.

Queste conseguenze incidono pesantemente sul nostro aspetto, con antiestetiche rughe e cedimenti cutanei e muscolari. E’ indiscutibile che, oltre che un fattore estetico, questi problemi costituiscono un pesante fardello psicologico e un indebolimento della personale autostima. Insicurezza e, in alcuni casi, addirittura una vera e propria depressione sono le conseguenze più comuni di tali inconvenienti.

ringiovanimento

La ricerca in campo estetico ha fatto molti progressi in questi ultimi decenni, sperimentando con successo una serie di contromisure efficaci per combattere gli inestetismi del viso. Tra le tecniche più recenti è emersa la validità dei trattamenti a base di acido polilattico.

Check up test

Acido polilattico: che cos’è?

L'acido polilattico è un polimero dell'acido lattico, viene prodotto per sintesi chimica e ha una totale biodegradabilità e biocompatibilità se iniettato nei tessuti umani. Grazie a queste caratteristiche viene assorbito dal corpo lentamente ed in modo assolutamente naturale.

formula acido polilattico

L'acido polilattico è una sostanza sintetica, non di origine animale, e pertanto risulta completamente inerte, escludendo ogni pericolo derivante da reazioni di tipo allergico. Il suo principio attivo viene riassorbito nell’arco di 5-6 mesi, senza lasciare residui di nessun tipo.

Questa sostanza interviene anche nella realizzazione di alcuni impianti utilizzati in medicina estetica, come fili di sutura liftanti e rassodanti.

Acido polilattico e medicina estetica.

L'acido polilattico viene impiegato sotto forma di “filler” iniettabile, anche se la sua caratteristica principale è proprio quella di non essere un classico “riempitivo”, ma di avere la capacità di provocare una blanda ma prolungata reazione infiammatoria, che stimola nel tempo le cellule del nostro viso (i fibroplasti, prediposti al ricambio cutaneo) a produrre collagene e quindi induce un progressivo ispessimento dermico. In pratica, stimola la produzione della sostanza che dona “sostegno” alla pelle.

Non bisogna aspettarsi effetti immediati post-operazione: questo processo avviene gradualmente (4-6 settimane) e può essere necessario ripetere il trattamento, a seconda dell’inestetismo da correggere. In compenso, la durata dei risultati (12-24 mesi) è molto maggiore di quella di altri tipi di “filler” a base di acido ialuronico.

Acido polilattico: campi di intervento.

L'acido polilattico è una valida alternativa al lifting ed è impiegato con successo per correggere imperfezioni ed inestetismi del viso, ridurre la profondità delle rughe ed aumentare i volumi sottocutanei.

I difetti trattabili possono essere congeniti o causati dal normale invecchiamento della pelle o da fattori esterni. In particolare si ottiene la risoluzione di problemi quali: rughe superficiali, piccoli solchi o lesioni cicatriziali, zigomi poco accentuati, mento poco armonioso, occhiaie marcate e, generalmente, in tutti i casi di perdita di spessore del sottocute.

La peculiarità del trattamento a base di acido polilattico consiste nella sua capacità di ottenere un effetto di ringiovanimento generale di intere aree del viso, con un piacevole effetto lifting. La sua azione rivitalizzante costituisce un vero e proprio ricostituente del tessuto connettivo e il risultato finale è un aspetto naturale e una sensazione di morbidezza al tatto, senza limitare in alcun modo la mimica facciale.

Acido polilattico: come avviene il trattamento?

Diversamente da come accade per gli altri filler l’acido polilattico è un liofilizzato, per cui viene diluito in acqua sterile (la concentrazione varia in base all’area da trattare e all’obiettivo da raggiungere) e poi iniettato molto lentamente nello strato sub-dermico con siringhe munite di aghi sottilissimi. Si procede poi ad un massaggio del viso che permette di distribuire il prodotto in modo uniforme, al fine di evitare concentrazioni sgradite.

filler acido polilattico

La pratica è sostanzialmente indolore, ma la sensazione che prova il paziente è quella di una puntura di spillo, con leggero fastidio o pizzicore, sia durante che dopo l'inoculazione del prodotto sottopelle, per cui, nel caso di alcuni soggetti più sensibili, è possibile procedere all’aggiunta di un'anestetico locale.

Le infiltrazioni di microparticelle di acido polilattico agiscono stimolando il tessuto circostante a produrre fibre di collagene, ottenendo un aumento di volume delle aree atrofiche del viso.

Come detto, il miglioramento immediato può regredire nei giorni successivi al trattamento, ma la molecola di acido polilattico continua a lavorare e, nel giro di poche settimane, rende visibili i risultati desiderati. La gradualità della correzione rende il ringiovanimento molto modulabile e naturale, non riconducibile a prima vista a sostanze iniettabili.

Per ottenere un buon risultato in genere bastano 2 o 3 sedute, in base all’età e alle condizioni della cute. Per interventi più importanti di tipo estetico (p.es. mento e zigomi da volumizzare) potrebbero essere necessari 5 o 6 trattamenti.

Precauzioni, effetti secondari, controindicazioni

Nei 2-3 giorni successivi il trattamento, è opportuno evitare l’esposizione a temperature troppo calde o troppo fredde. Per una settimana è importante massaggiare le zone trattate con una crema lenitiva un paio di volte al dì.

La migliore garanzia, per scongiurare effetti collaterali, è quella di rivolgersi sempre a medici estetici altamente qualificati ed esperti. Può tuttavia verificarsi la comparsa di piccoli ematomi, grumi od edemi, che tendono a risolversi spontaneamente nel giro di poco tempo.

Per il resto, il trattamento è assolutamente sicuro, trattandosi, come detto, di materiale biodegradabile ed anallergico. Non è indicato durante la gravidanza e l’allattamento.

Acido polilattico: i risultati.

acido polilattico risultati

Le iniezioni all'acido polilattico vantano notevoli vantaggi nel campo della medicina estetica per la lotta all’invecchiamento cutaneo:

• Trattamento mini-invasivo e anallergico
• Scarsi effetti collaterali
• Lunga durata
• Alta qualità del materiale iniettato
• Biodegradabilità del prodotto
• Effetto di ringiovanimento generale
• Veloce ritorno alle normali attività sociali

Per queste ragioni è consigliabile in tutti quei casi in cui necessiti un miglioramento efficace e soddisfacente degli inestetismi della pelle del viso.

Acido polilattico: la mia soluzione.

Non rinunciate a riavere una pelle tonica e giovanile: un aspetto gradevole è un dovere prima che un diritto. Affidatevi con fiducia alla professionalità del mio Studio, che garantisce sempre, grazie alla mia esperienza in campo estetico, la massima serietà e la certezza dei risultati. © Riproduzione riservata

Recensioni dei Pazienti:

Ho deciso di provare questo filler all’acido polilattico, perché non sopporto la pelle invecchiata. Sono assolutamente soddisfatta del risultato, anche perché si può tornare da subito alla vita normale.

Sofia 44 anni

Volevo ridare pienezza al mio viso. Una mia amica mi ha consigliato il trattamento con l’acido polilattico e devo dire che sono soddisfatta, anche se i risultati si vedono dopo un po’ di giorni.

Laura 40 anni

La mia pelle si è rovinata in 3 anni dopo il parto, probabilmente anche a causa dello stress. Ho provato il trattamento con l’acido polilattico e devo dire che i risultati sono molto buoni. Oggi faccio un trattamento all'anno per il mantenimento.

Federica 39 anni

% Sconti e Domande

mesoterapia articolo
laserterapia
lipolaser
mc1 articolo

© immagini: fotolia.com

studio medicina
GRATUITAMENTE!

Puoi prenotare la prima consulenza nello studio più vicino a Milano, Varese e Lugano